Programma Definitivo

Linguaggi per l`interazione a.a.2005/2006
Docente: Costabile Maria Francesca

Programma Linguaggi per l’interazione

Scopi del corso:
Il corso si propone di approfondire linguaggi, tecniche e strumenti per 
la modellazione, la specifica e l'implementazione del dialogo tra utenti 
e sistemi interattivi avanzati. Scopi principali del corso sono: 1) 
mettere gli studenti in grado di affrontare le problematiche relative 
alla costruzione di sistemi interattivi reali; 2) fare in modo che gli 
studenti acquisiscano una metodologia di progettazione dei sistemi 
interattivi che risultino efficienti, efficaci ed usabili.

Modalità d'esame: 
Modalità d'esame: L'esame prevede lo sviluppo di un progetto in gruppo e 
una prova scritta o orale sugli argomenti del corso.

Testi di riferimento: 
Dix, A., Finlay, J., Abowd, G. D., Beale, R., Human-Computer Interaction, 
Third 
Edition, Pearson-Prentice Hall, 2004. 
Preece, J., Rogers, Y., Sharp, H. “Interaction Design, beyond human-
computer interaction”, John Wiley & Sons, 2002 (Trad. It. “Interaction 
Design”, Apogeo, 2004) 
Horrocks, I., Constructing the User Interface with Statecharts, Addison-
Wesley, 1999. 
Borchers, J., A pattern approach to interaction design, John Wiley & Son, 
2001 
B. Shneidermann, C. Plaisant, Designing the User Interface: Strategies 
for Effective Human-Computer Interaction, 4th edition, Addison-Wesley, 
2004.
Articoli forniti dal docente 

PROGRAMMA

Introduzione
Tema del corso, scopi del corso, contenuti. 
Richiami dai corsi precedenti: 
- il modello di Norman, il modello di Abowd e Beale, il modello PCL
- la progettazione: cosa si progetta, la progettazione del dialogo tra 
utente e calcolatore, principi di progettazione, l’allocazione delle 
attività all’uomo e al calcolatore
- i fenomeni che caratterizzano l’interazione: co-evoluzione, grain, 
divario comunicazionale, diversità degli utenti.
- il modello dei processi di interazione e co-evoluzione

Linguaggi visuali per l'interazione uomo-macchina
Caratteristiche della comunicazione visuale
Teoria delle sentenze visuali
Specifica di linguaggi visuali mediante vCARW
Entita’ virtuali

Presentazione dei dati
Le leggi della Gestalt. Layout del video  e del testo secondo le leggi di 
Gestalt.
Il contrasto.
Formati di presentazione.
Rappresentazione testuale e grafica.

La visualizzazione dell’informazione
Cosa si intende per visualizzazione dell’informazione. 
Obiettivi della Visualizzazione dell’Informazione.
Visualizzazione dell’Informazione e Visualizzazione scientifica.
Problemi nella Visualizzazione dell’Informazione. Il processo di 
visualizzazione. 
Problemi tipici nella progettazione della visualizzazione 
dell’informazione.
Una classificazione dei tipi di dati: per categoria, numerica, 
topologica, simbolica, per dati testuali.
Una classificazione alternativa dei tipi di dati: unidimensionale, 
bidimensionale, tridimensionale, temporale, multidimensionale, ad albero, 
a rete.
Una classificazione di tipi di task: overview, zoom, filtraggio, richiesta di
dettaglio, scoperta di relazioni, storia, estrazione.
Tecniche per la visualizzazione e l’interazione con i dati
Visualizzazione di serie temporali
Visualizzazione dell’informazione su dispositivi mobili

La modellazione dei sistemi interattivi
L’approccio dei pattern al progetto dei sistemi interattivi: 
- introduzione ai ''design pattern'' di Alexander in architettura e di 
Borchers in HCI, 
confronto con l’approccio di Gamma et al. utilizzato nell'ingegneria del 
software 
- esempi di HCI patterns: alcuni esempi significativi dall’elenco 
proposto da Tidwell 
- i pattern nel modello PCL: characteristic pattern, pattern di azione, 
pattern di lettura, pattern di interazione

La specifica dei sistemi interattivi
Notazioni per progettare il dialogo fra uomo e macchina. 
Introduzione alla specifica dei sistemi interattivi attraverso gli 
statechart di UML. 
La specifica delle entità virtuali attraverso gli statechart. 

Struttura e supporti all’implementazione dei sistemi interattivi
I sistemi di finestre, modelli di immagine, il sistema di gestione delle 
finestre, window manager, paradigmi di controllo della gestione I/O. 
Esempi di grain indotti dagli strumenti. 
Toolkit, UIDE, UIMS. 
Indicazioni sui sistemi interattivi in rete e mobili. 

L’implementazione dei sistemi interattivi
Gli strumenti della suite W3C: XML, DTD, XML Schema, XSSL, XSLT, XForms, 
SVG. 
Il linguaggio Javascript. 
Implementazione di sistemi interattivi attraverso SVG e Javascript.

End-User Development (EUD)
Definizioni. 
Teorie, tecniche e strumenti per EUD.
Linguaggi e paradigmi di programmazione per EUD.
Domini di applicazione.
Ambienti software per EUD e metodologie per lo sviluppo.
La metodologia di progetto SSW.

Ingegneria dell’usabilita’
Approfondimento delle metodologie e delle tecniche di valutazione di 
usabilita’
Metodi di ispezione
Test di usabilità
Usabilita’ dei sistemi di e-learning. 
Usabilita’ di dispositivi mobili
Progettare l’interfaccia per utenti diversamente abili
Torna su Torna